My Book Tag Award (pt. 2)

Ringrazio Lettrice per avermi invitato a rispondere a queste interessanti domande e passo subito a rispondere a tali quesiti.

1. Qual è la tua fiaba preferita fra “Cenerentola”, “La Bella e la Bestia”, “Biancaneve e i sette nani”, “Pollicino” e “Cappuccetto Rosso”?

Premesso che adoro una fiaba da te non citata, ossia «La Bella addormentata», direi che apprezzo molto quella di Pollicino per l’intraprendenza che dimostra il suo protagonista.

2. Qual è il libro che hai cominciato ad amare solo dopo aver letto diversi capitoli (non dalle prime pagine, per capirci)?

Beh, devo ammettere che il Signore degli Anelli mi fece proprio questo effetto…cominciai ad apprezzarlo veramente dopo aver incontrato Grampasso. In realtà avendo visto il film animato di Bakshi prima di leggere il romanzo avrei già dovuto conoscere le vicende precedenti all’incontro alla Locanda di Brea con il ramingo, ma un curioso caso volle che, data la tarda ora cui lo trasmisero su Rai Due tanti e tanti anni fa, mia madre sbagliasse l’orario di programmazione della registrazione su VHS, ragion per cui il «mio» Signore degli Anelli iniziava solo con l’ingresso di Frodo & Co. nella città di Brea.

3. Solitamente ti rispecchi di più nel personaggio principale, o in un personaggio secondario?

Dipende: da lettore nel personaggio principale, da scrittore in quello secondario. Mi piace rendere i miei co-protagonisti quasi più affascinanti del protagonista principale.

4. Preferisci leggere prima un libro e poi vedere il film che ne viene tratto, oppure il contrario?

Ragioni filologiche mi spingerebbero a rispondere «prima il libro, poi il film», ma tante volte accade poi il contrario, per cui mi limito a rispondere che l’importante è non pensare che la rappresentazione cinematografica sia una fedele trasposizione (se non addirittura superiore) rispetto all’opera letteraria, mancando così di rispetto al suo autore.

5. Quando leggi un libro e/o guardi un film, ti interessano di più le scene di azione o quelle in cui si approfondiscono i rapporti tra i personaggi e le loro caratteristiche?

Sicuramente le seconde. Le scene di azione sono spettacolari a livello istintivo, ma poi, rivedendole in un secondo momento, non sono più in grado di offrire la stessa emozione provata la prima volta. Le scene di approfondimento psicologico, al contrario, non mancano mai di offrire importanti spunti di riflessione, anche (e soprattutto) nelle seconde e terze visioni/letture.

6. Qual è il personaggio letterario – o al limite cinematografico – che ti piace molto ma ti sembra sottovalutato dal resto del fandom?

Ho sempre avuto un debole per Bilbo e continuo a pensare che sia un po’ sottovalutato dagli appassionati tolkieniani, nonostante l’ottima interpretazione cinematografica offerta da Martin Freeman.

7. Se potessi scegliere un luogo in cui vivere, quale sceglieresti tra tutti quelli che hai conosciuto grazie alla lettura?

Probabilmente Rivendell, un luogo stupendo incorniciato da una natura ancora più bella.

8. C’è un genere letterario in particolare che non ami o che non leggi?

Il genere erotico non mi piace. Per il resto, dipende molto dalla trama e dalla qualità della scrittura.

9. Qual è il libro che non ce l’hai mai fatta a terminare (per un qualsiasi motivo)?

Non sono riuscito a terminare «La guerra dei poveri» di Nuto Revelli, forse perché sentivo le ambientazioni piemontesi lontane dalla mia realtà geografica. Me ne dispiaccio, perché trama e scrittura erano ben congegnate.

10. Qual è il libro che hai messo di più sul comodino – cioè hai letto più spesso prima di andare a dormire?

Penso «Jurassick Park», lo trovo molto divertente e intrigante. Ogni volta che lo leggo non posso fare a meno di provare a chiedermi cosa sarebbe successo se la clonazione di animali estinti avesse avuto successo.

8 pensieri riguardo “My Book Tag Award (pt. 2)

  1. la seconda volta che ho letto il Signore degli Anelli l’ho ricominciato proprio da Grampasso e ho letto solo L’ombra del passato di quello che c’era prima e l’anno scorso l’ho riletto tutto

    La gente sbaglia a sottovalutare Bilbo perché se egli nn avesse risparmiato Gollum allora tutto sarebbe andato in malora, per me quello è uno degli eventi più cruciali di tutti e lo commette Bilbo

    Piace a 2 people

    1. Sono d’accordo, Bilbo determina il futuro della Terra di Mezzo grazie alla sua pietà. Ciò che rende Bilbo un personaggio molto simpatico, secondo me, è la sua capacità di destreggiarsi fra Nani, Elfi, Orchi e Draghi pur non avendo avuto nessuna educazione particolare per fronteggiare tutti i pericoli insiti nella sua avventura. Pensiamo alla saggezza mista a scaltrezza che dimostra nel parlare con Smaug: quanti altri sarebbero riusciti a uscire indenni da uno scontro verbale con uno dei Grandi Vermi?

      Piace a 2 people

    2. Solo a me piace tanto la parte iniziale del libro, tutta dedicata alla vita hobbit? 😉
      Comunque non ho mai avuto l’impressione che Bilbo venga sottovalutato, forse perché ho letto in giro molti commenti di apprezzamento sul suo personaggio nella trilogia de “Lo Hobbit”… però è possibile che, prima che questa venisse realizzata, la gente si concentrasse maggiormente su quei personaggi de “Il Signore degli Anelli” che stanno più in primo piano, sottovalutando Bilbo (che alla fine non compare moltissimo, mentre ne “Lo Hobbit” è protagonista).

      Piace a 2 people

      1. Ti dirò, con gli anni ho molto rivalutato la parte iniziale…probabilmente, come tanti bambini, all’epoca ero affascinato maggiormente da Aragorn rispetto a Frodo, immagino perché il primo presenta tutti gli aspetti dell’eroe tradizionale.

        Piace a 1 persona

      2. Be’, alla fine sono gusti 🙂 Inoltre, non c’è dubbio che la storia si faccia un po’ più movimentata dopo l’introduzione di Grampasso… anche se di direi che pure la disavventura degli Hobbit con gli Spettri dei Tumuli tiene abbastanza alta la tensione (e mi dispiace che non si veda nel film, anche se capisco perfettamente che non potevano inserirla).

        Piace a 1 persona

      3. È vero la parte sugli Spettri dei Tumuli è molto appassionante…tra l’altro ne parlerò nella seconda parte del mio articolo dedicato all’Unico.

        Piace a 1 persona

  2. Le domande mi piacciono molto, quindi mi permetto di rispondere anch’io.

    Qual è la tua fiaba preferita fra “Cenerentola”, “La Bella e la Bestia”, “Biancaneve e i sette nani”, “Pollicino” e “Cappuccetto Rosso”?
    La seconda.

    Qual è il libro che hai cominciato ad amare solo dopo aver letto diversi capitoli (non dalle prime pagine, per capirci)?
    “Eravamo amici” di W. R. Burnett.

    Solitamente ti rispecchi di più nel personaggio principale, o in un personaggio secondario?
    Dipende dal carattere del personaggio in questione. Ad ogni modo, faccio molta attenzione ai personaggi secondari quando leggo un libro o guardo un film: se non ci sono o sono poco interessanti, difficilmente il mio giudizio sarà positivo.

    Preferisci leggere prima un libro e poi vedere il film che ne viene tratto, oppure il contrario?
    Prima il libro e poi il film.

    Quando leggi un libro e/o guardi un film, ti interessano di più le scene di azione o quelle in cui si approfondiscono i rapporti tra i personaggi e le loro caratteristiche?
    Sicuramente le scene d’azione: in pochissimi sanno scrivere delle parti riflessive senza diventare noiosi.

    Qual è il personaggio letterario – o al limite cinematografico – che ti piace molto ma ti sembra sottovalutato dal resto del fandom?
    Ne “La nostra ultima estate” di Elin Hilderbrand c’è un personaggio sexy in maniera assurda (Winnie), ma la stessa autrice sembra non aver capito il suo potenziale, perché l’ha fatta apparire pochissimo.

    Se potessi scegliere un luogo in cui vivere, quale sceglieresti tra tutti quelli che hai conosciuto grazie alla lettura?
    Barcellona. La adoravo già prima di leggere dei romanzi ambientati lì, e a seguito di queste letture il mio amore si è ulteriormente rafforzato.

    C’è un genere letterario in particolare che non ami o che non leggi?
    Il fantasy.

    Qual è il libro che non ce l’hai mai fatta a terminare (per un qualsiasi motivo)?
    Sì, ho abbandonato moltissimi libri. Con tutti i bei romanzi che ci sono a giro, non ha senso perdere tempo con quelli che non ti danno soddisfazione.

    Qual è il libro che hai messo di più sul comodino – cioè hai letto più spesso prima di andare a dormire?
    Questo: https://wwayne.wordpress.com/2016/03/20/un-viaggio-memorabile/.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...